article-2021838-0D43D18F00000578-308_634x352

28 nov, 2012 Categoria: Attivismo nel mondo

Il sindaco col carro armato

Consoliamoci. I problemi di “parcheggio selvaggio” non sono tipici solo dell’Italia. Prepotenti e incivili sono purtroppo ovunque e sulle pieste ciclabili o in sosta vietata troviamo di tutto, dalla citycar, al suv, all’ammiraglia, ma persino le microcar.
In Lituania, il sindaco di Vilnius, Arturas Zuokas, ha deciso di ricorrere alle maniere forti: a bordo di un mezzo militare – un BTR-80 veicolo di fabbricazione sovietica per il trasporto delle truppe e in dotazione alle forze armate lituane – ha schiacciato un’auto parcheggiata su una pista ciclabile. Otto ruote motrici per 7.65 metri di lunghezza e 13.600 chili di peso, che passano sopra a una vecchia Mercedes in divieto di sosta piallandola senza pietà è sicuramente di grande effetto.

Un chiaro gesto propagandistico, rivolto in particolar modo ai cittadini più abbienti, accusati di fregarsene del rispetto delle regole della circolazione e delle buona educazione. “Questo è un messaggio per chi ha tanti soldi e un’auto costosa. Non si può parcheggiare infischiandosene del codice della strada” dichiara Zuokas.

Chissà che qualcuno non raccolga la provocazione anche in Italia.